Altri contenuti - Accesso civico

L’accesso civico (rif. art. 5 del D.Lgs. 33/2013) è il diritto di chiunque di chiedere la pubblicazione di documenti, informazioni o dati, per i quali sussistono specifici obblighi di trasparenza, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione. Chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli previsti dal D.Lgs. n. 33/2013, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall'art. 5 del medesimo decreto.

L'esercizio di tale diritto non è sottoposto ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente.

L'istanza di accesso civico identifica i dati, le informazioni o i documenti richiesti e non richiede motivazione. Va presentata con le modalità reperibili nel link sottostante "Riferimenti per l'esercizio dell'accesso civico".

Secondo quanto previsto dall’art. 3 del d.lgs. n. 33/2013, tutti i documenti, le informazioni e i dati oggetto di accesso civico, ivi compresi quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente sono pubblici e chiunque ha diritto di conoscerli, di fruirne gratuitamente, e di utilizzarli e riutilizzarli, senza ulteriori restrizioni diverse dall'obbligo di citare la fonte e di rispettarne l'integrità.

Il diritto di accesso civico viene disciplinato dall'art. 5 del  D.Lgs. n. 33/2013.

Riferimenti per l’esercizio dell’accesso civico